Home arrow Mini eolico
Mini eolico Stampa E-mail

Il vento è una delle principali fonti rinnovabili di energia. Paradossalmente oggi l'energia eolica è definita un'energia alternativa ma in un contesto storico ha accompagnato la vita dell'uomo molto più a lungo rispetto al petrolio o al carbone.
Con l'obiettivo di favorire l'autoproduzione e quindi l'indipendenza energetica di una ampia fascia di potenziali clienti, Energy Consult progetta e realizza impianti eolici “chiavi in mano”.

Tipologie di impianti

Tenendo presenti le esigenze dei propri clienti, Energy Consult fornisce soluzioni perfettamente integrate nel contesto ambientale di riferimento attraverso una attenta analisi paesaggistica e dei regolamenti locali. Grazie alle numerose alternative tecnologiche presenti sul mercato, e a seconda dell’utenza che si desidera alimentare, Energy Consult realizza impianti di diverse tipologie e taglie adatte a tutti gli utilizzi in funzione delle caratteristiche anemometriche del sito di installazione e dei vincoli paesaggistici ivi presenti:

  • è possibile configurare la medesima potenza dell’impianto sia attraverso l’utilizzo di grandi generatori, che di una serie di macchine eoliche più piccole connesse fra di loro;

  • le scelte impiantistiche possono essere fatte in base alla tipologia di rotori che può essere ad asse orizzontale o verticale;

  • infine è possibile effettuare una scelta in base al tipo di utilizzo dell’energia prodotta: si possono infatti alimentare utenze isolate (impianti stand alone) accumulando l’energia in eccesso attraverso l’utilizzo di batterie d’accumulo; o in alternativa, è possibile allacciarsi alla rete di distribuzione locale (impianti grid connected) cedendo la quantità di energia in esubero e prelevandone nelle giornate di scarsa ventilazione usufruendo del meccanismo di scambio sul posto (per impianti fino a 20 KW);

Impianti da 20 KW: una taglia pari a 20 kW permette, in presenza di un numero di ore di vento tipiche nel nostro Paese, di produrre oltre 25 MWh di energia l'anno e, nelle aree maggiormente vocate, fra i 30 ed i 40 MWh l'anno.
I soggetti potenzialmente interessati ad impianti di questa taglia possono essere clienti appartenenti ai settori:

  • del tempo libero e del benessere come agriturismi, camping, villaggi turistici, wellness & sporting clubs, health & beauty farms

  • della PMI industriale ed agricola come officine, imprese artigiane, tenute vitivinicole ed olivicole, aziende di produzione e trasformazione dei prodotti agricoli

Altrettante sono le possibilità di utilizzo: è possibile alimentare utenze isolate come ad esempio sistemi di telecomunicazione, stazioni di pompaggio; si può prevedere di utilizzare l’energia generata per la produzione di acqua calda attraverso la connessione a boiler con resistenze elettriche; nel caso di impianti “stand alone” l'energia prodotta e non consumata viene immagazzinata in un sistema di accumulo formato, nella maggior parte dei casi, da batterie. Gli impianti di tipo grid-connected possono integrare i propri fabbisogni con l'energia della rete elettrica oppure immettere in rete l'energia prodotta in esubero.
Impianti da 1 a 5 kW: Si tratta di configurazioni pensate per l'utenza residenziale, per le piccole imprese agricole o di servizi, o più semplicemente per il potenziale cliente di maggiori dimensioni che prima di fare un investimento più consistente desidera valutare le potenzialità del proprio sito.
La produzione di energia, che può arrivare – con una macchina da 1 kW – attorno a 1,5 / 2 MWh l'anno, ben si coniuga con i livelli di consumo medi di un utente residenziale, mentre una macchina da 5 kW è pensata per utenti con un consumo più importante (fino a 10 MWh l'anno in funzione delle caratteristiche del sito). Queste macchine hanno la caratteristica di una elevata affidabilità e durabilità con la minor manutenzione possibile.

Costi dell’impianto

Il costo per installazione completa di un sistema di aerogenerazione, decresce in funzione della potenza installata: partendo da circa 1000 € al kW per impianti intorno ai 100 kW si possono raggiungere i 5000 € al kW per impianti molto piccoli (di alcune centinaia di watt).
Il costo per installare un sistema completo di un aerogeneratore di 20 kW di potenza è circa 1.500 - 1.700 €/kW. Per macchine di potenza compresa tra 10 e 20 kW il costo di un sistema installato "chiavi in mano" varia fra i 2000 e i 2500 € per kW installato. Per macchine di taglia più piccola (centinaia di watt - pochi kW) esso può raggiungere 4000 - 5000 € per kW installato.
I costi di esercizio e manutenzione crescono sensibilmente con il passare del tempo: nei primi 10 anni la spesa ammonta circa al 2%, mentre oltre i dieci anni, i costi si assestano in media sul 3% (% sull'investimento).
Il tempo di vita di un impianto ammonta a circa 20 anni.

Incentivi economici

Impianti eolici di potenza non superiore a 20 kW: Dal 13 febbraio 2006 tutti gli impianti alimentati da fonti rinnovabili con potenza fino a 20 kW possono accedere al meccanismo di scambio sul posto dell'energia elettrica prodotta, cioè la possibilità di cedere alla rete elettrica locale la produzione da fonte rinnovabile e di prelevare dalla stessa rete i quantitativi di elettricità nelle ore e nei giorni in cui gli impianti rinnovabili non sono in grado di produrre; tutto ciò pagando solo la differenza, su base annua, tra i consumi totali del cliente e la produzione del suo piccolo impianto.

Impianti micro-eolico di potenza nominale superiore a 20 kW fino a 100 kW: Sono impianti a cui è concesso di autoconsumare l'energia prodotta, ma anche di venderne le eccedenze. Sono considerati Officine Elettriche e quindi è richiesta denuncia all'Ufficio Tecnico di Finanza, con la conseguente imposizione fiscale. Gli incentivi interessano la vendita dell'energia e sono uguali a quelli di cui godono anche gli impianti di taglia maggiore, e cioè:

  • priorità di dispacciamento (priorità di transito dell'energia sulla rete) in quanto impianti da Fonti Energetiche Rinnovabili.

  • possibilità di ottenimento dei Certificati Verdi (Dlgs 16 Marzo 1999n. 79, Decreto 23/08/04 n.239) per i primi otto anni di esercizio dell'impianto, qualora la produzione di energia elettrica annua superi i 25 MWh (Ogni Certificato Verde ha il valore di 50 MWh, ma viene concesso dal GRTN adottando il criterio commerciale di arrotondamento, e può essere commercializzato in un apposito mercato).

  • possibilità di ottenimento e relativa vendita dei certificati RECS, del valore ciascuno di 1 MWh di energia prodotta.

Verifica anemometrica del sito

Per valutare l'effettiva potenzialità di un impianto è indispensabile conoscere le ore equivalenti annue di funzionamento alla potenza nominale; tale parametro è determinato da:

  • distribuzione di frequenza della velocità del vento;

  • curva di durata della velocità del vento;

Si deve infatti considerare che la presenza di vento non è un fattore sufficiente per garantire una buona produttività, questo infatti deve avere delle caratteristiche di regolarità.
Al fine di determinare le ore equivalenti di un impianto in un sito Energy Consult svolge delle campagne di misura sul posto. La campagna anemometrica ha durata variabile e può anche protrarsi per un anno se il sito presenta caratteristiche ventose molto variabili e difficilmente caratterizzabili.

 

Verifica le potenzialità del tuo sito: richiedi un offerta per una campagna anemometrica